Zebu nani

Lo zebù nano, un piccolo manzo dalle grandi prestazioni

Descrizione della razza

Lo zebù nano è un robusto manzo originario dello Sri -Lanka. La sua testa è piccola e stretta, ha grandi occhi espressivi e piccole orecchie a sventola.  La giogaia pronunciata è tipica di questa razza, come lo è l’appariscente gobba nell’area del garrese. La struttura ossea, e in particolare le gambe e le articolazioni, sono molto ornamentali.  A parte la gobba, la decorazione più bella di questo animale sono le corna spesso molto grandi e di svariati colori e forme, ma sempre arcuate e rivolte verso l’alto; gli animali con le corna elicoidali rivolte verso il basso, le corna differenti, le corna in posizioni differenti, senza corna o con le corna sciolte/malferme non sono tipici di questa razza, e quindi non vengono da noi non allevati. Lo zebù nano ha un mantello molto fine, setoso e lucente, molto variabile nei colori (in quasi tutti i colori), monocolore con o senza striscia dorsale, anche se vi sono animali chiazzati (base bianca chiazze nere o marroni) e animali chiazzati e pezzati sia bicolori, sia tricolori. Particolarmente raro e ricercato è il colore tigrato.

zebu

Rusticità – Cura del paesaggio

Ideale per l’allevamento estensivo e per la cura di aree di difficile accessibilità. Lo zebù nano è in grado di scalare e pascolare su aree di estrema pendenza e normalmente raggiungibili solo da capre, camosci, pecore, perché lo zebù nano è molto abile nello scalare e gli piace anche molto.  Le aree che, ad esempio, non danno abbastanza nutrimento ai bovini da latte e da carne perché infestate da erbacce e cespugli, vengono accolte dallo zebù con piacere, poiché inghiotte con dedizione tutte le erbacce e la sterpaglia, impedendo così che le superfici si inselvatichiscano. Non è necessario nutrire ulteriormente lo zebù nano, sarebbe anzi eventualmente dannoso per l’animale farlo.

In inverno lo zebù nano viene alimentato esclusivamente con il fieno di secondo taglio.

 

Piccolo – basso peso corporeo

I nostri zebù nani raggiungono un’altezza del garrese di 0,80 m – massimo 1,20 m e hanno un peso corporeo medio molto basso, dai 150 kg ai 250 kg .I maschi possono raggiungere un peso di 350 kg. Lo zebù nano è l’unica razza bovina per la quale è dimostrato che non crea danni da calpestamento. Gli zebù nani vengono spesso inseriti anche in zone umide e altri biotopi. Un’area di un ettaro può tenere 3-4 animali, a seconda della disponibilità di cibo.

Per le sue eccellenti caratteristiche e qualità, è importante che gli zebù nani vengano allevati puri senza incroci (neanche con altre razze zebuina come la Brahma), poiché altrimenti tutte le caratteristiche vanno immediatamente perdute (ad esempio grandezza = danni da calpestamento).